Ciao amici, qui è la vostra dottoressina Nala che vi parla.Oggi vi vorrei parlare di un fatto abbastanza discusso da ogni umano appena decide di prendersi cura di un pelosino a quattro zampe. La STERILIZZAZIONE.

Cos’è?

La sterilizzazione è un intervento chirurgico-veterinario che permette di sopprimere la fecondità di un individuo che sia maschio o femmina. Non è molto invasiva seppur necessita di una anestesia totale. Sicuramente, dopo il risveglio, la sensazione è quella di sentirvi su un altro pianeta, magari pieno di crocchette che volano e cuscini morbidi come nuvole per dormire in ogni momento della giornata dove ci pare. Sentirete qualche dolorino ma state tranquilli, passerà in un batter d’occhio e ne rimarrà solo il ricordo e una cicatrice che nemmeno si vedrà! E poi, fidatevi di me, i vostri umani avranno così tanti sensi di colpa in un primo periodo che vi tratteranno da principi/principesse.

Ma perchè si deve fare?

In generale questa operazione andrebbe svolta per prevenire una lunga serie di situazioni tra cui: gravidanze indesiderate, infezioni all’utero, tumore alla mammella per la femmina e ai testicoli per il maschio, malattie infettive che si trasmettono mediante l’accoppiamento o incidenti fuori casa causati dalle fughe guidate dal desiderio di accoppiamento. Ma in ogni caso, l’aspetto più importante della sterilizzazione è sicuramente la possibilità di contrastare il più possibile il randagismo. Attualmente, nonostante esistano un numero elevato di canili e associazioni di volontari il numero di cani o gatti randagi è molto alto. Sicuramente una conquista importante da parte degli animalisti è sicuramente quella di essere riusciti, da pochi anni, ad ottenere la possibilità di usufruire della sterilizzazione gratuita per i randagi. Offerta da un ambulatorio o una clinica veterinaria nominata da ogni comune.

Ma, fondamentalmente, come si svolge questa operazione?

Per i maschi la sterilizzazione è più semplice rispetto a quella femminile. Si tratta della rimozione dei testicoli, ovvero gli organi che producono e rilasciano gli spermatozoi, in modo da evitare la produzione di testosterone, l’ormone maggiormente responsabile dell’attività sessuale. In tal modo i nostri maschietti vengono privati della capacità di riprodursi ma soprattutto l’impulso di accoppiarsi.

L’intervento è relativamente breve e consiste nell’incisione della pelle scrotale eliminando i testicoli e richiudendo con dei punti di sutura. La ferita si rimarginerà in pochi giorni.

Per le femminucce ,come me, invece è un po’ più complesso come intervento. Possono essere due i modi di sterilizzazione femminile: ovariectomia o ovarioisterectomia. Nel primo, vengono asportate solamente le ovaie mediante un incisione sull’addome basso. Il secondo processo invece prevede l’asportazione di utero e ovaie. Negli ultimi anni si è sviluppata una metodologia veterinaria meno invasiva la laparoscopia, mediante la quale non si effettuerà nessun taglio ma bensì dei piccoli fori.

E i consigli di Nala?

Io amici miei, ovviamente, sono stata sterilizzata, la mia mamma ha deciso saggiamente di farmi fare questa operazione. Questo perchè? Innanzitutto la mia umana si è messa una mano sulla coscienza, discutendo del fatto che una mia pseudo-gravidanza sarebbe costata tanto, sofferta tanto e il distacco dai cuccioli avrebbe fatto male a lei ma soprattutto a me. Un altro fattore importante, sono sicuramente le complicazioni che potevano insorgere nel caso in cui non avessi fatto l’intervento, tra cui il ritorno della rogna rossa, gravidanze da isterismo e molto altro. Dunque, è un fattore importante che va discusso con intelligenza e consapevolezza da parte del vostro umano, già nel momento in cui entrate a far parte della sua famiglia.

Ovviamente di questa cosa ognuno ne deve parlare con il proprio veterinario che, sicuramente, vi convincerà nel fare la cosa giusta!

Spero vivamente che anche oggi vi sono stata d’aiuto con questo articolo, la vostra dottoressina di fiducia vi da tanti bacini dolci e ci vediamo al prossimo articolo con tante altre curiosità a prova di Bau.

                                                                                                                  Nala

redazione
Latest posts by redazione (see all)