Cari Petlovers tornano a grande richiesta le BauInterviste della vostra amatissima July Ferragnez! Vi sono mancata? Io mi sono mancata tantissimo 😉 Mi sono presa una breve pausa rigenerante dai social ma sono tornata più carica che mai, e quale miglior modo di ripartire col nostro super blog se non con una Bauintervista? Il nostro ospite di oggi è Camillo, detto Camillone per gli amici, socio al 50% della pagina Instagram My Doggy Media insieme alla sua dolce umana da compagnia Micaela. Sentite un po’ cosa ci ha raccontato…

Ciao Camillo! Ti va di parlarci di te? 

Bau a tutti! Io sono Camillo, un bracco di 2 anni, e con la mia umana Micaela gestisco la pagina My Doggy Media. Come dice la mia umana io sono il vero e proprio “muso ispiratore” di questo progetto: noi siamo dei Content Creator con l’obbiettivo di aiutare i profili del settore pet (e non) a creare dei contenuti specializzati che possano aiutarli a crescere a sviluppare la loro attività.

Siete quindi dei Social Media Manager?

Non esattamente, il SMM gestisce le pagine per conto di un’azienda/un brand. La nostra consulenza serve ad aiutarti a comunicare al meglio con la tua community e i tuoi clienti attivi e potenziali. Quale è la Mission della tua azienda? Quali sono le strategie di comunicazione più adatte a raggiungere gli obbiettivi che ti sei preposto? La nostra consulenza dettagliata e personalizzata serve proprio a insegnarti come creare la tua community e come interagire con essa al meglio.

Sembrate proprio un magico duo tu e la tua umana! Come vi siete conosciuti tu e Micaela?

Io sono arrivato nella vita di Micaela il 23 febbraio 2020, poco prima del lockdown che ha paralizzato il paese a causa del Covid-19. La vita sembrava sospesa e tutti vivevano nell’incertezza di ciò che sarebbe successo…Per fortuna sono arrivato io a portare gioia e allegria nella sua vita e dare una grossa mano coi suoi cuccioli umani…mi danno un gran da fare ma anche tante soddisfazioni! A dire il vero in quella casa mi adorano tutti! Si può dire che sono l’anima della festa!

Non fatico a crederlo, si vede che sei un bracco travolgente dagli occhi di zucchero filato! La vostra avventura nel digitale invece come è iniziata?

Micaela ha lavorato per oltre 10 anni nel ramo commerciale di una grossa azienda nel settore pet, che ha deciso di lasciare in seguito all’arrivo dei miei fratelli umani. In seguito ha lavorato per un’azienda chimica per la quale seguiva gli aspetti “comunicativi”: social, sito, organizzazione di eventi… Questa esperienza le ha aperto le porte del marketing tradizionale prima e quello digitale poi.

Noi vediamo solo il prodotto finito, ma scommetto che dietro le quinte si lavora tantissimo?!

Certo! Micaela ha seguito e tutt’ora segue dei corsi appositi…ha iniziato con un corso di formazione proseguito con un Master in Marketing e Comunicazione Digitale e corsi continui di aggiornamento online. Perché essendo diventati i social sempre meno un’evasione è sempre più un’opportunità, quello che si vede è solo la punta di un iceberg del lavoro che c’è dietro.

Però l’impegno e la dedizione stanno dando i loro frutti…

Ha iniziato a seguire alcune start-up dedicate al mondo pet come Mifidog, un portale dedicato all’incontro fra proprietari e persone che si offrono di dare un aiuto come dog sitter di quartiere gratuitamente e altre pagine fra le quali I Bracchi di Piera, aiutando a far crescere la pagina non solo in termini di numero di follower ma anche per esempio dandole un’impostazione ben precisa dal punto di vista della comunicazione, della parte visiva.

La pagina instagram I bracchi di Piera

Parlaci di questa pagina… 

Piera è una persona speciale, si occupa di salvare i bracchi più sfortunati. I cani da caccia, mi duole ammettere, spesso vengono abbandonati quando “non servono” più allo scopo, una vera tristezza… Piera li aiuta a trovare una nuova casa amorevole, ha creato una bellissima rete di supporto fatta di volontari in tutta Italia che hanno sposato questa causa lodevole quanto impegnativa! Pensa che finora ha già aiutato circa 350 cani! Una donna davvero preziosa. Fate un salto nella sua pagina Instagram e nel suo nuovissimo sito web, non ve ne pentirete!

E la pagina di My Doggy Media come nasce invece?

Io e Micaela abbiamo passato diverso tempo ad aiutare start up/imprese a trovare e sviluppare la loro identità digitale e questo primo approccio ci ha fatto capire che volevamo fosse la nostra strada. Un giorno di agosto di quest’anno ci siamo guardati negli occhi e abbiamo capito che dovevamo buttarci in questa avventura e metterci la faccia (nel mio caso il muso). Pazienza, professionalità, dedizione e, soprattutto, passione stanno facendo sì che questo stia diventando il nostro lavoro: offriamo consulenze personalizzate e da gennaio arriverà anche il nostro sito! La nostra pagina My Doggy Media cresce ogni giorno di più, non solo nel numero di follower, ma anche in termini qualitativi, abbiamo una community bellissima! 

 

Spesso sembra che sui social contino solo la quantità più che la qualità: tanti followers, tanti contenuti…

In realtà i numeri contano poro rispetto all’interazione: meglio meno followers ma attivi che tanti followers dormienti. Avere tanto seguito è un obbiettivo limitato. La nostra prima consulenza è arrivata quanto avevamo appena 300 follower sulla pagina! Può essere sconfortante all’inizio, ma lo studio, la qualità dei contenuti e la pazienza sono i vostri più grandi alleati per crescere digitalmente in maniera efficace.

Quali pensi siano i 3 più grandi insegnamenti che questa esperienza abbia insegnato a te e a Micaela?

Be’ sicuramente l’importanza di distinguersi dalla massa offrendo qualcosa di unico, dei buoni contenuti che ti rappresentino appieno: sii te stesso, esci dalla tua comfort zone e tutto verrà più naturale. Inizialmente è difficile non farsi scoraggiare. Si tende a postare in grande quantità per tenere il profilo il più attivo possibile, ma come dicevo prima è meglio preferire la qualità, l’unicità del contenuto rispetto alla quantità. E ricordatevi: è fondamentale divertirsi! Buttatevi, siate spontanei e fedeli a voi stessi, è quello che paga di maggiormente sia nei social che nella vita off-line! E non date peso all’imbarazzo e alla paura di sbagliare…non crederete a quanti bloopers facciamo io e Micaela prima di realizzare l’inquadratura perfetta!

Camillone è stato un piacere chiacchierare con te e non vediamo l’ora di seguire le vostre avventure! Un grosso bacio crocchettoso a te e a Micaela! 

Amici anche oggi vi salutiamo e ci aggiorniamo al prossimo post, adesso scusate ma devo mandare la mia umana a fare la valigia, prima che si accorga che ho usato la sua carta per pagare la villeggiatura a Sharm… la vostra July Ferragnez!

 

July Ferragnez