Ciao Baumici! Come state passando questi giorni di quarantena? Spero stiate bene, che vi stiate lavando spesso le zampe e stiate uscendo solo per le necessità più impellenti come la spesa, andare a lavoro e abbaiare al gatto del vicino 😉 Ricordate l’ultimo post in cui vi parlavo delle BSL, le leggi indirizzate a determinate razze di cane considerate “pericolose”? Bene, dopo avere fatto diverse ricerche su questo argomento ho riflettuto molto su come l’approvazione e la diffusione di queste leggi derivi più dal pregiudizio che da reali basi scientifiche. L’aspetto di questi cani, così massicci e “muscolosi”, col pelo corto e il muso pronunciato spinge le persone a identificarli come aggressivi, impedendo loro di andare oltre la così detta prima impressione nei confronti di questi cani.

Spesso dietro queste sembianze da macho man si nascondono invece dei buffissimi giocherelloni. Un esempio palese è Thiago, un adorabile Amstaff sardo che ho incontrato l’anno scorso dal mio veterinario. Come è facile immaginare appena mi ha visto è subito caduto ai miei piedi, d’altronde come resistermi? 😉 Complice l’amicizia fra le nostre umane, ho deciso di raccontarvi di più di questo cagnolone tutto muscoli dal cuore d’oro.
Come ci racconta Martina, Thiago è un cane di due anni con l’indole del cucciolo, è molto dolce e va d’accordo con tutti gli animali, compresi i 10 gatti della sua padrona, con i quali cerca sempre di giocare, anche se loro la pensano in maniera diversa! E’ un tranquillone e ha un carattere molto remissivo, spesso non si difende nemmeno quando gli altri cani, anche i più piccolini, cercano di assestare la loro dominanza su di lui…i soliti spacconi! La sua voglia di giocare con tutti spesso viene fraintesa data la sua stazza, perché se è vero che dentro casa Thiago passa le sue giornate spiaggiato sul divano dei nonni, una volta all’aperto si trasforma in un raggio missile, diventa euforico e non sta fermo un attimo…un vero terremoto!

Personalmente trovo che gli Amstaff siano dei cani meravigliosi…sarà che ho un debole per i palestrati da spiaggia, di quelli coi muscoli belli in vista sotto la canottiera…ho deciso di chiedere a Martina qualche consiglio per chi sta pensando che questa particolare razza possa far parte della sua famiglia, ma che ha dei dubbi a riguardo. Sentite un po’ cosa ci ha raccontato….

Martina, Thiago è con te da due anni, come è stato il vostro primo incontro?
Ho visto Thiago per la prima volta a casa di una amica la cui cagnolina aveva avuto 9 cuccioli. Sono andata a vedere la cucciola per curiosità, non avevo intenzione di prendere un cane, anche perché i miei genitori non ne volevano, dato che comunque avevamo 10 gatti. In realtà è stato lui a scegliermi, appena mi ha vista mi si è incollato addosso e non si è più allontanato da me. Anche nei giorni seguenti in cui andavo a trovare la mia amica continuava a seguirmi a ogni passo, così ho deciso di adottarlo. E’ stato amore a primo scodinzolo.

Cosa consiglieresti a chi sta pensando di accogliere un Amstaff nella propria famiglia?
Di documentarsi sulla razza perché non è un cane adatto a tutti. Per quanto Thiago sia dolcissimo e vada d’accordo con animali e adulti è pur sempre un cane a cui bisogna dedicare molte attenzioni perché hanno un carattere dominante, e inoltre hanno una stazza importante, bisogna avere molta forza quando li si porta al guinzaglio.
Avete seguito dei corsi per l’educazione o l’addestramento del tuo cane?
Ancora no, perché Thiago di recente ha avuto problemi all’anca una brutta frattura che ha richiesto diverso tempo e cure perché si risolvesse. Appena la situazione di stallo che l’emergenza Covid-19 ha creato prenoteremo delle lezioni, specialmente per imparare ad andare al guinzaglio senza che si distragga ogni volta che vede qualcuno passeggiare o qualche altro cane…vuole sempre interagire con chiunque e giocare!

Che reazione hanno le persone quando lo vedono? Ti è mai capitato di incorrere in persone con dei pregiudizi?
Sì a volte mi capita quando lo porto a passeggio di incontrare persone che mi chiedono se sia buono o se riesco a gestirlo, soprattutto perché mi vedono minuta e pensano non abbia la forza necessaria per tenerlo al guinzaglio. In realtà Thiago è affettuosissimo con gli adulti e spaventato dai bambini, quando li vede abbaia e si nasconde dietro di me per cercare conforto. Quando rassicuro le persone che il cane non è pericolo e sono in grado di badare a lui molti storcono il naso e insistono con la solita domanda “sicura?” oppure “non ci credo”. Sembra che vogliano mantenersi sulla loro posizione e che considereranno Thiago come aggressivo nonostante io li rassicuri del contrario e non ci sia motivo un reale per non credermi.

Per quanto può valere la mia opinione io posso assicuravi che Thiago, come tantissimi altri cani dall’aspetto massiccio si rivelano essere in realtà dei teneroni, bisogna solo avere un po’ di buon senso e tanta apertura mentale. Io per esempio ho dato una chance a Thiago e ho deciso di accettare un suo invito a cena…spero non mi porti al fast food ma in qualche bel locale della Costa Smeralda appena finirà questa quarantena! Se volete approfondire la conoscenza di Thiago vi rimando alla sua pagina instagram @amstaff_thiago

Che dire amici, per ora è tutto dalla vostra Gossip Dog July Ferragnez…Baci crocchettosi!

July Ferragnez