Buon prenatale mie fedeli sudditi

come state? È il vostro Re che vi miagola dal suo Regno di Sardegna, il vostro amato ed intrepido (e guai a chi sostiene il contrario) Logan. Vi chiederei in che regione stiate ma sarebbe inutile, oltre ad una scarsissima conoscenza geografica la vita mi ha castigato con una cecità dei colori….. non a caso il giudice mi ha assolto quando ho cercato di strangolare l’umana…. E chi si era accorto che stava diventando viola?????? 😉 Comunque poco conta il colore della regione poiché quest’anno sarà un Natale differente e ristretto, speriamo meno della pelliccia di Penny perché quella gatta mi spenna a furia di cambiare taglia. Body shaming della mia consorte gatta a parte 😉 ho deciso di apparire qui da voi come la Madonna, con più baffi e meno lacrime, per proporvi alcune idee, geniali ovviamente (se provengono da me che vi aspettate?), per trascorrere una dolce vigilia in famiglia. Chiaramente vi proporrò anche una versione alcolica della serata, non è pensabile passare ore con la mia umana da sobrio :), direi cercate di capirmi ma dopo tutti sono il Re, quindi o mi capite o vi beccate l’esilio…. Con Melanya e Donald… vedete poi se non ci ripensate due volte prima di contraddirmi ;). So che quest’anno siamo costretti a dire addio ai grandi cenoni, alle riunioni di famiglia e ai banchetti di guerra…. Emmm no aspettate quelli no, li faccio solo io dopo una campagna militare vittoriosa.

Questo Natale tuttavia dobbiamo adeguarci alle nuove disposizioni governative:

– niente assembramenti

– non più di 6 persone per abitazione

-coprifuoco alle 22:00

– spostamenti vietati al di fuori del proprio comune di residenza

– chiusura dal 24 dicembre al 6 gennaio

sì, so che starete pensando : “ma che Natale sarebbe?” purtroppo però non possiamo far altro che accettare l’inevitabilità e l’indispensabilità di tali restrizioni. Questo non vuol dire che non possiamo comunque celebrare il Natale e rendere questo periodo il più sopportabile per i più piccini e anziani.  Quello che possiamo fare invece è apprezzare il fatto di essere così fortunati da poter celebrare con i nostri cari (anche se in versione mignon) queste feste, lasciate perdere le passate opulenze, gli sfarzi e soprattutto gli sprechi dei Natali passati. Quest’anno stringeremo i denti per poter sorridere in quelli futuri. Eh? Visto quanto sono saggio e poetico? 🙂

Per venirvi in aiuto ho perciò socchiuso gli occhi a fessura, stiracchiato le zampe (anteriori e posteriori perché una corretta postura è importante oltre che sinonimo di eleganza) e buttato giù qualche idea (e bicchiere dal tavolo, così solo perché ve lo aspettate da un gatto ) che vi aiuterà nell’organizzazione di un Natale quarantenico.

Udite udite dunque o miei fedeli sudditi il programma per la serata:

h 05:00

svegliate la serva emmmmm umana, e mettetela al lavoro, la cena e l’intrattenimento deve essere impeccabile, non potrete certo ridurvi a frustarla all’ultimo minuto, per questo iniziate presto per portarvi avanti con il dispotismo.

h. 05:10

tornatevene a letto a ronfare regalmente

h 12:00

 pretendete la colazione al letto come un vero Re, fatevi portare il New York Times, il Daily Mail, il Pais e qualunque altro giornale prestigioso che vi venga in mente. Ovviamente non sapendo leggere serve solo per darsi un tono…. O per picchiare l’umana se gli arrotolate bene 😉

h 12:10- 18:45

riposo spirituale e rem

h 19.15

accogliete gli ospiti in soggiorno avvolti nella migliore vestaglia con le vostre iniziali ricamate in filo d’oro, siate amichevole ma non troppo, non vorrete mica che i vostri ospiti pensino davvero di potervi avvicinare…. 2 poltrone di distanza dal trono prego.

h. 19.30

alzatevi e leccate una ad una tutte le posate, questi piccoli gesti di attenzione nei confronti dei vostri commensali sono quei piccoli dettagli che li faranno sentire amati e speciali.

h. 20:00

mangiate a sazietà…. Finché c’è ancora cibo sulla tavola e posate vicino ai piatti, sapete com’è con Penny. Consiglio di servire il salmone baltico su un letto di Crocchette Hairball, per evirare di dover lottare con il Reflusso pelliccico.

h.21:00

proponete un bel gioco di gruppo come la tombola, ovviamente voi sarete l’estrattore dei numeri, ricordatevi l’importante non è giocare ma nascondere i bussolotti nella pelliccia per spennare amici e parenti 😉

h.21:30

alzatevi e accompagnate i vostri ospiti alla porta, e con gentilezza dategli una pedata nel sedere. Sono le 21.30 cosa diavolo ci fanno ancora in giro? Ma non lo sanno che alle 22:00 scatta il coprifuoco?

h.22:00

afferrate binocolo, taccuino, affacciatevi alla finestra e tenete il cellulare pronto per denunciare i fastidiosi vicini per trasgressione del coprifuoco 😉 Il fatto che non si possa festeggiare sino alla mezzanotte non significa che non possiate prendervi qualche dolce vendetta sul gatto del vicino e su tutti i vostri nemici

h.23.45

tenete pronta la videochiamata di famiglia, sì lo so che siete svegli da tanto e non vi và di vedere la zia Concetta ma fate uno sforzo e apprezzate il fatto che almeno quest’anno non vi schiaccerà la coda ogni 5 minuti e che se siete fortunati l’anno prossimo starà in un posto migliore…. Intendo a casa della figlia! Che avete capito…. Mica la volevo spellicciare…. Credo solo che i sorci verdi li dovrebbe vedere la figlia non solo io  😊

h.00.00

stappate la bottiglia di champagne da 1000 € che avete fatto rubare dall’umana in negozio, suvvia bisogna brindare ed essere positivi, non si può sprecare una bottiglia così cara…. Dopo tutto è costata all’umana 10 giorni di prigione, sarebbe ingiusto rendere inutile il suo sacrificio no????? Giusto! Perciò: Bollicine a tutti!!!!!

Bene aMici miei e anche oggi ci salutiamo con l’ultimo articolo di questo pazzo e inaspettato 2020. Sicuramente è stato un anno di difficili prove e di nuove dinamiche lavorative e familiari che ci hanno costretto ad fare i conti con molte delle nostre paure e insicurezze. Proprio per questo motivo ho deciso di chiudere l’anno inviandomi le mie più sincere fusa, le migliori leccate dietro le orecchie e sotto il muso (lì dove si annida lo sporco maggiore) e di chiedervi ancora un po’ di pazienza per le restrizioni e i decreti che ancora verranno. Siate forti e vigili.

Con affetto e sdegno per l’umana

Logan

“Io sto crescendo, io sto cambiando ma il mio Natale cambia con me “ Cindy Chi Lou, Il Grinch