Buon lunedì aMici miei, come state? Io sto bene e questo è ciò che più conta giusto? Ho detto giusto? Ecco bravi, non mi è piaciuta la titubanza di laggiù in fondo, santa Erba gatta è proprio vero che il livello si inizia ad abbassare a partire dal secondo banco della classe. Vi ridomando: non sono forse io la persona…. Emmmmm gatto più importante? Sì? Bravi! Il vostro sovrano è molto soddisfatto di voi, siete dei buoni sudditi dopo tutto…. Non come la mia umana, che nonostante i colpi di mestolo sulla testa non riesce ancora a capire come pretendo che sia preparato il mio Gattuccino senza lattosio. Santo Garfield, sono:

– 2/5 di latte

-3/6 di caffè

-7/3 di lacrime dei miei nemici

-e una spolverata di cannella

Ora, il semplice fatto che questi siano non solo numeri a caso e matematicamente incorretti non la giustifica nel non saper soddisfare le mie esigenze…. Magari se cambiassi il mestolo di legno con uno di metallo? Maaaaa, misteri di questa serva inutile! Tornando ad argomenti più interessanti: mancano solo 32 giorni a Natale? Emozionati? Io sì! E di cosa ti emozioni, vi chiederete? Ma fatevi i fatti vostri vi rispondo…. Ah no aspettate! Sono io che ho tirato fuori l’argomento, scusate colpa mia ;). Come vi stavo dicendo senza cambi di umore e due scenate da Diva fa, sono davvero emozionato per l’arrivo del Natale. L’ultima settimana di novembre per me graffia definitivamente sul calendario l’arrivo del Natale, esiste dopo tutto una festa più bella e magica del Natale? Non sforzatevi a rispondere perché la risposta è no! Basta, ho deciso e non mi farete certo cambiare idea 🙂 Ogni anno adoro guardare la mia umana sudare sette camicie nel sistemare le decorazioni seguendo le mie direttive impossibili quanto contraddittorie. La povera stolta è dall’anno scorso che cerca di appendere le calze nel camino nell’ordine corretto….. peccato che noi non abbiamo nessun caminetto in casa, ma tranquilli per il 2035 forse troverà un’ordine che mi soddisfi 😉 Le decorazioni sono una delle poche gioie che la mia umana riesce a darmi, dopo tutti i dispiaceri e le delusioni che il suo esistere mi provoca nei restanti 11 mesi. Sono talmente disperato che quasi sarei tentato di dirle grazie, o almeno di non farla dormire fuori ogni sera. Una delle cose che comunque non può mancare nel mio albero di Natale è la letterina a quel vecchio e inutile obeso, sbaglia regali di professione, di Babbo Natale. Vi giuro che se anche quest’anno usa la scusa che non so scrivere e non si capiscono i miei scarabocchi come pretesto per risparmiare sul mio regalo questa è la volta buona che gli do fuoco alla slitta e gli bombardo la fabbrica con tutti i suoi elfi. Per ovviare a questa possibilità quest’anno ho deciso di compilare una lista di desideri utile al Vecchiaccio, come anche a voi miei cari sudditi, nella ricerca di un giusto dono per l’imminente Natale (ovviamente potete riciclare le mie superbe idee per i vostri aMici e per i loro umani)

Coperte e Cucce personalizzate

come direbbe il caro Mastrota il riposo è importante, perché non sfoderare l’artiglieria pesante? Pensateci: dormiamo dalle 12 alle 16 ore al giorno, perché dovremmo mai accontentarci di una scatola pulciosa? Ok ogni tanto dormirci dentro fa molto “Sì sono il tuo Signore e padrone umano, ma sono pur sempre un gatto con le zampe per terra e non per nulla altezzoso” (tutte bugie ovviamente) ;). Le ragazze del laboratorio di Jenopetdesign hanno ogni modello e stoffa per esaudire ogni vostro desiderio.

– Tiragraffi

quale Studio Ovale di quale Casa Bianca non ha un tira graffi per il suo Gattidente delle Lettiere Unite d’America? La risposta giusta è: non la mia! Siate fermi, siate affamati ma soprattutto, come disse Steve Jobs, “Sorella sfiletta quel salmone più in fretta!” 😉 Il tiragraffi è una necessità per qualunque Gatto e Gatta che si rispetti…. Io vi ho avvertiti, non lamentatevi dei tagli sul divano o sui mobili eh!

Una porta chiavi tutto coccole e fusa

Ovviamente vi ricorderete tutti della bravissima artigiana Sara di Lo SpazioDeco di Sara Driussi, vero? Be’ quest’anno torno a suggerirvi una delle sue nuove creazioni tra le mille altre gemme:i suoi bellissimi portachiavi. Regalo indispensabile per la vita quotidiana, quante ore perdiamo cercando le chiavi di casa, della macchina, del cancello, del Caveau in Svizzera…. Ah no scusate quello sono io 😉 Sulla sua pagina Instagram, Facebook e sul suo negozio Online troverete mille e un’idea regalo per ogni possibile gusto, io ovviamente ho già scelto il mio regalo ma non insistete perché non vi dirò di più 😉

Una stampa del vostro pelosetto

Le stampe dei nostri animali sono sempre più di moda, io ovviamente mi rifiuto di appendere al muro quella dell’umana. Dove la dovrei appendere? Tra il quadro della mia regale nascita e il murales dell’incoronazione? Non penso proprio! Voi tuttavia potete regalare alla vostra mamma o papà una stampa della famiglia, anche se io preferisco posare in solitaria e con la divisa da guerra a tema Natalizio. Le possibilità sono infinite così come gli stili. Per gli amanti delle decorazioni 3D vi consigliamo di fare un salto mortale nelle creazioni di @3dfactory_yuri, per qualunque design potete contattare la pagina Facebook o Instagram

Le possibilità sono infinite, soprattutto se si aprono Instagram o Facebook, tuttavia vi invito, soprattutto quest’anno, a non comprare dai grandi centri commerciali. Mai come quest’anno dobbiamo sostenere i nostri artigiani e le piccole botteghe, ma poi chi non vorrebbe ricevere un regalo unico e fatto apposta per lui/lei? Io di certo lo preferisco, non a caso mi sono sempre rivolto ai migliori scalpellini, architetti di piramidi, pittori, sarti, compositori e chiaroveggenti per omaggiare i sudditi del mio regno con statue, edifici e ritratti raffiguranti il loro Sovrano (me, per chi avesse ancora dei dubbi o vivesse sotto nelle caverne e non sapesse chi sono 😉 ).

Bene aMici e anche per questo lunedì ci salutiamo, io dalla mia carrozza blindata (che non ho voglia di fare la fine di Umberto I o di J.F. Kennedy) e voi da una ragionevole distanza di sicurezza (ricordate 1 metro di distanza e lavatevi spesso le zampe).

Miaooooooooooo

Logan

Un uomo che lavora con le sue mani è un operaio, un uomo che lavora con le sue mani e il suo cervello è un artigiano; ma un uomo che lavora con le sue mani, il suo cervello e il suo cuore è un artista.” – San Francesco D’Assisi