Eccoci con la rubrica del venerdì, oggi vi proponiamo un meraviglio giallo del Maestro Andrea Camilleri.


🔎📝🕵🏻 Non siamo a Vigata questa volta ma a Roma, esattamente al chilometro 123 dell’Aurelia quando in una notte tempestosa un auto esce di strada. Un incidente? Così pare.
È un giallo magnetico ed avvincente, impossibile staccarsi dalle pagine. Magistralmente l’autore riesce a scavare nei meandri dell’animo umano per indagare nel
buio e nell’abisso che questi nasconde.
.
L’infedeltà, l’amicizia che (forse) è solo apparente, i rapporti interpersonali falsi ed opportunisti: il testo offre notevoli spunti di riflessione in un finale affatto scontato. Un libro che scorre veloce e brillante, un giallo che vi conquisterà.
Poche descrizioni, piuttosto è una narrativa volutamente essenziale che si dipana tra racconti, sms, conversazioni ed articoli di giornale. L’ho letto tutto d’un fiato, senza pensare a Montalbano e a Vigata lasciandomi come sempre sorprendere dalla genialità del Maestro che come sempre riesce a stupirmi.

alla prossima,

Missparklingbooks e Carrie